Tentativo di truffe via email: richiesta di pagamenti fiscali in sospeso inesistenti

L’Agenzia delle Entrate ha segnalato che stanno continuando a circolare email false, inviate da un indirizzi di posta elettronica apparentemente riconducibili dall’Agenzia delle Entrate, relative a non precisati pagamenti fiscali in sospeso. Tali comunicazioni invitano i destinatari a recarsi presso “la banca o un ufficio fiscale” portando con sé la stampa dei file allegati. Questi ultimi, se aperti, possono danneggiare il computer o sottrarre informazioni personali.

Si sottolinea che l’Agenzia raramente invia questo tipo di comunicazioni via email prediligendo l’utilizzo della PEC. Si raccomanda quindi massima attenzione nel trattamento delle comunicazioni ricevute dall’Agenzia delle Entrate.

L’Agenzia delle Entrate, mette a disposizione sul proprio sito la sezione “Focus sul phishing” dove periodicamente vengono riportati gli avvisi relativi alle ultime email-truffa in circolazione. Inoltre, è sempre possibile contattare il call center al numero 800 909 696 per chiedere conferma dell’effettivo invio da parte dell’Agenzia della e-mail ricevuta.

Condividi:

Altri articoli

Dal 2022 interesse legale all’1,25%

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze attraverso il D.M. 13 dicembre 2021 ha fissato la misura del saggio di interesse legale per l’anno 2022 all’1,25%.