Decreto Cura Italia e Decreto Liquidità: Le nuove risposte dell’Agenzia

Con la circolare n. 11/E del 6 maggio 2020, l’Agenzia delle Entrate ha fornito nuovi chiarimenti sulle misure previste dal decreto Cura Italia (D.L. n. 18/2020) e sul decreto Liquidità (D.L. n. 23/2020).
La circolare contiene risposte a quesiti, ad integrazione dei documenti di prassi già pubblicati dall’Agenzia delle Entrate, in particolare, le circolari n. 8/E e n. 9/E del 2020, in ragione di nuovi quesiti pervenuti dalle associazioni di categoria, da professionisti e contribuenti e dalle Direzioni Regionali.
Tra i temi più rilevanti trattati nella circolare si segnalano chiarimenti in tema di:
  • detrazione per l’acquisto delle mascherine: le spese sostenute per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale, come le mascherine, possono essere detratte nell’ambito delle spese sanitarie della dichiarazione dei redditi (nella misura del 19% della parte che eccede i 129,11 euro), ma occorre verificare che nello scontrino o nella fattura siano indicati il soggetto che sostiene la spesa e la conformità del dispositivo. Per farlo si può controllare che nello scontrino o nella fattura di acquisto del dispositivo sia riportato il codice AD “spese relative all’acquisto o affitto di dispositivi medici con marcatura CE”:
  • erogazioni liberali alla protezione civile – le erogazioni liberali in denaro al Dipartimento della Protezione Civile per l’emergenza Covid-19 devono essere effettuate tramite versamento bancario o postale, nonché tramite carte di debito, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari. La detrazione non spetta, quindi, per le erogazioni effettuate in contanti;
  • sospensioni varate per adempimenti e procedimenti: la circolare chiarisce come agiscono le sospensioni previste dai due decreti su alcuni obblighi fiscali. Per esempio, viene chiarito che sono spostati al 30 giugno 2020 i termini per la presentazione della dichiarazione annuale Iva, del modello TR, della comunicazione della liquidazione periodica IVA (LIPE) del primo trimestre 2020 e dell’ ”esterometro” del primo trimestre 2020;
  • adempimenti connessi ai misuratori fiscali:  sospesi fino al 30 giugno anche gli adempimenti connessi verificazioni periodiche dei misuratori fiscali la cui scadenza cada dall’8 marzo al 31 maggio. La circolare specifica anche che nel periodo dell’emergenza i controlli di conformità per i nuovi misuratori e registratori telematici che dovrebbero effettuare gli Uffici Territorio delle Direzioni Provinciali potranno essere eseguiti e autocertificati dalle aziende produttrici, con invio dell’autocertificazione via Pec alla Direzione Centrale Tecnologie e Innovazione dell’Agenzia delle entrate.

Per tutti i chiarimenti e le risposte rilasciate dall’Agenzia delle Entrate si allega il testo integrale della circolare in commento.

Condividi:

Altri articoli

False email a nome dell’Agenzia

l’Agenzia delle Entrate segnala nuovi tentativi di truffa, mediante false email in circolazione che mirano a sottrarre dati personali. L’Agenzia invita gli utenti a cestinare immediatamente messaggi di