Al via il Bando Impresa Sicura per rimborsare l’acquisto dei DPI

Invitalia ha pubblicato il bando “Impresa SIcura”, previsto dall’articolo 43, comma 1, D.L. 18/2020, rivolto alle aziende che vogliono chiedere un rimborso per le spese sostenute per l’acquisto di DPI, finalizzati al contenimento e al contrasto dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, sostenute tra il 17 marzo 2020 e la data di invio della domanda di rimborso.

Le imprese interessate possono inviare la prenotazione del rimborso dall’11 al 18 maggio 2020, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 18, attraverso uno sportello informatico dedicato (https://prenotazione.dpi.invitalia.it).

Successivamente, le imprese ammesse potranno compilare la domanda di rimborso dalle ore 10 del 26 maggio 2020 alle ore 17 dell’11 giugno 2020 attraverso la procedura informatica che sarà attivata sul sito web dell’Agenzia.

Il bando si rivolge a tutte le imprese, indipendentemente dalla dimensione, dalla forma giuridica e dal settore economico in cui operano che, alla data di presentazione della domanda di rimborso, siano regolarmente costituite e iscritte come “attive” nel Registro delle imprese (nella sezione ordinaria o nella sezione speciale del Registro delle Imprese), con sede principale o secondaria sul territorio nazionale, che non si trovino in liquidazione volontaria e che non siano sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatoria.
Le risorse messe a disposizione del bando ammontano a 50 milioni di euro (fondi Inail, art 43.1 DL Cura Italia del 17 marzo 2020) e sarà utilizzato per rimborsare le spese per l’acquisto dei seguenti dispositivi:

  • mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;
  • guanti in lattice, in vinile e in nitrile;
  • dispositivi per protezione oculare;
  • indumenti di protezione quali tute e/o camici;
  • calzari e/o sovrascarpe;
  • cuffie e/o copricapi;
  • dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
  • detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici.

L’importo massimo rimborsabile è di 500 euro per ciascun addetto dell’impresa richiedente e fino a 150mila euro per impresa.

Inoltre, si segnala che è stato chiarito, con apposita FAQ pubblicata da Invitalia, che i professionisti non possono accedere ai rimborsi previsti dal bando Impresa SIcura. Infatti, come indicato dalla stessa Invitalia, la norma di riferimento stabilisce che il contributo per l’acquisto dei dispositivi di protezione individuale è erogato “allo scopo di sostenere la continuità, in sicurezza, dei processi produttivi delle imprese, a seguito dell’emergenza sanitaria coronavirus”.
Infine, si allegano la Guida utente e il facsimile di domanda disponibili anche nel sito di Invitalia.

 

Condividi:

Altri articoli

False email a nome dell’Agenzia

l’Agenzia delle Entrate segnala nuovi tentativi di truffa, mediante false email in circolazione che mirano a sottrarre dati personali. L’Agenzia invita gli utenti a cestinare immediatamente messaggi di