Dal 1°gennaio 2022 il limite ai pagamenti in contanti si abbassa a 999,99€

Dal 1° gennaio 2022 sarà operativo il nuovo limite di euro 999,99 relativo ai pagamenti in contante in luogo dell’attuale fissato ad euro 1.999,99.

Con il DL 124/2019 (c.d. DL “fiscale” 2019) infatti, è stata prevista la riduzione graduale della soglia che sancisce il limite massimo di utilizzo del contante (allora pari ad euro 3.000,00) effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi (persone fisiche o giuridiche).

Si sottolinea che tale limite è legato alle singole operazioni ma vale anche qualora il trasferimento sia effettuato con più pagamenti inferiori alla soglia che appaiono “artificiosamente frazionati” (operazione unitaria dal punto di vista economico ma effettuata attraverso più operazioni poste in essere in un circoscritto periodo).

La violazione delle disposizioni in oggetto comporterà l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da euro 1.000,00 (nuovo minimo edittale che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2022) ad euro 50.000,00.

Per le violazioni che riguardano importi superiori a 250.000,00 euro, invece, la sanzione è quintuplicata nel minimo e nel massimo edittali (art. 63 comma 6 del DLgs. 231/2007).

Condividi:

Altri articoli

Dal 2022 interesse legale all’1,25%

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze attraverso il D.M. 13 dicembre 2021 ha fissato la misura del saggio di interesse legale per l’anno 2022 all’1,25%.